NOVEMBRE E DICEMBRE DELLA DIFESA CIVICA IN PALESTINA

Nel mese di novembre e dicembre 2023 in Palestina un rilevante esempio di azione del Difensore Civico Nazionale Palestinese è stata quella di richiedere di aumentare gli sforzi internazionali per prevenire il genocidio a Gaza.
In particolare tale richiesta è stata effettuata il 6 novembre durante la Conferenza Internazionale delle Istituzioni dei Diritti Umani.

Nel suo discorso il Difensore Civico Palestinese ha evidenziato come le Istituzioni Internazionali dei Diritti Umani di tutto il mondo devono combattere l’odio ed la restrizione della libertà.
Il Difensore Civico Palestinese ha richiesto che si continui a lavorare per la cessazione della guerra, non solo per proteggere i civili innocenti che stanno affrontando un imminente genocidio, ma anche per far rispettare le normative internazionali ed i principi umanitari.
Ha sottolineato l’importanza di coinvolgere i Governi, la Corte per i crimini internazionali e le Nazioni Unite.

Lo Sportello Unico Internazionale della Difesa Civica si associa alla richiesta di un intervento unitario internazionale per la tregua da realizzare subito.  

 

 

Articoli correlati

DATI SUL NUMERO DI MINORI DI 14 ANNI CHE COMMETTONO REATI MANCANTI

DATI SUL NUMERO DI MINORI DI 14 ANNI CHE COMMETTONO REATI MANCANTI

ll Difensore Civico della Comunità Valenciana, Ángel Luna, afferma che l'assistenza socio-educativa dei minori di 14 anni che commettono azioni criminali viene trascurata . È così che il Difensore Civico conclude l'indagine d'ufficio, sottolineando che la prevenzione...

DIFESA CIVICA E COESIONE

DIFESA CIVICA E COESIONE

La Difesa Civica si è andata consolidando, nonostante ad essa non sia stato riconosciuto ancora in Italia il rango costituzionale, come un ‘’potere terzo’’ per la Cittadinanza protagonista  nell’ambito delle istituzioni.  Come tale svolge una sua specifica funzione di...