PRIMO TRIMESTRE 2024 DELLA DIFESA CIVICA IN TUNISIA
Il 22 febbraio 2024, una riunione  di lavoro si è tenuta presso la sede amministrativa di Al-Mawfaf con la presenza di tutti i quadri dell’istituzione della Difesa Civica tunisina, a livello nazionale e regionale, per la preparazione di una strategia di lavoro per gli anni 2024-2025-2026.
Il Difensore Civico Nazionale tunisino ha evidenziato che –  essendo  in mezzo a rapidi cambiamenti a livello sociale, economico e tecnologico a livello nazionale e internazionale – è tempo di adeguare la visione e i nuovi obiettivi dell’Istituzione della Difesa Civica  in modo che sia in armonia con questi rapidi e nuovi sviluppi da un lato e in modo che possa rispondere alle aspirazioni del Cittadino dall’altro.
Essendo passati  trent’anni dall’istituzione in Tunisia, è diventato necessario ripensare il ruolo del Difensore Civico e nel migliorare i suoi servizi forniti al Cittadino.
Lo Sportello Unico internazionale della Difesa Civica plaude a questa volontà di progettare una complessiva strategia triennale e di aggiornare ogni aspetto dinanzi ai notevoli cambiamenti intervenuti ai fini della sempre più piena tutela del Cittadino.

Articoli correlati

DATI SUL NUMERO DI MINORI DI 14 ANNI CHE COMMETTONO REATI MANCANTI

DATI SUL NUMERO DI MINORI DI 14 ANNI CHE COMMETTONO REATI MANCANTI

ll Difensore Civico della Comunità Valenciana, Ángel Luna, afferma che l'assistenza socio-educativa dei minori di 14 anni che commettono azioni criminali viene trascurata . È così che il Difensore Civico conclude l'indagine d'ufficio, sottolineando che la prevenzione...

DIFESA CIVICA E COESIONE

DIFESA CIVICA E COESIONE

La Difesa Civica si è andata consolidando, nonostante ad essa non sia stato riconosciuto ancora in Italia il rango costituzionale, come un ‘’potere terzo’’ per la Cittadinanza protagonista  nell’ambito delle istituzioni.  Come tale svolge una sua specifica funzione di...