MACROREGIONE MEDITERRANEA L’INIZIO DEL VIAGGIO

Dic 31, 2018 | News Internazionali | 0 commenti

L’iter per ottenere il riconoscimento da parte del Consiglio Europeo della Macroregione Mediterranea è ufficialmente iniziato con la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania del Decreto n.89 del 29 nov. 2018, a firma del Difensore Civico, avvocato Giuseppe Fortunato, designato quale Autorità Istituzionale amministrativa procedente e formalizzatrice della Macroregione. Con il Decreto, sono riconosciuti i Gruppi di Azione (Action Groups) della Macroregione Mediterranea finalizzati alla elaborazione della strategia macroregionale, ciascuno con Responsabili e Coordinatore, nella composizione via via aggiornata dalla segreteria organizzativa, sulla base degli incarichi espletati e dei riscontri in merito. È riconosciuto, altresì, il Comitato dei Coordinatori della Macroregione Mediterranea e l’Assemblea della Macroregione mediterranea della quale fanno parte i responsabili degli Action Group. “Con l’avvenuto varo dei Gruppi di Azione e del Comitato dei Coordinatori, la Macroregione Mediterranea, garantendo la Governance aperta, procede per far adottare al Consiglio Europeo la strategia macroregionale, nel rispetto delle procedure e di ogni contributo”. Come afferma l’Avvocato Fortunato “la Macroregione Mediterranea è partita nel modo giusto per cui sussiste il metodo di democrazia partecipata e meritocratica. Il mondo del lavoro, i giovani brillanti, i professionisti, tutta la società civile sono finalmente protagonisti. E attraverso la Macroregione si procederà con l’esempio a dare nuova linfa a istituzioni spesso lontane dai Cittadini, sia dai loro bisogni sia dalla possibilità di contribuire fattivamente al miglioramento sociale”. Il Decreto rileva come per la Macroregione Mediterranea sussistono notevoli ritardi e i Promotori, pur nella loro piena disponibilità, hanno constatato che non vi sono stati adeguati atti delle amministrazioni interpellate. Occorre ora che la Macroregione Mediterranea non perda in Europa la quinta posizione in ordine cronologico di costituzione, pena uno sbilanciamento irreparabile, proprio ad opera di politiche coesive. Il Decreto constata quindi la necessità di “accelerare il processo per la strategia della Macroregione Mediterranea, anche in relazione alle tendenze in atto nel formulare l’assetto organizzativo europeo: “Europa delle Macroregioni in sostituzione dell’Europa degli Stati e delle Regioni”.

Articoli correlati

DIFENSORE CIVICO GARANTE DEGLI ANZIANI

DIFENSORE CIVICO GARANTE DEGLI ANZIANI

GIORNATA MONDIALE DI SENSIBILIZZAZIONE SUGLI ABUSI SUGLI ANZIANI l 15 giugno si è celebrata, in Italia con apposite iniziative dell'ANDCI, la Giornata mondiale di sensibilizzazione sugli abusi sugli anziani, che mira ad aumentare la consapevolezza pubblica...

LE NOVITA’ DAI DIFENSORI CIVICI DEL MEDITERRANEO

LE NOVITA’ DAI DIFENSORI CIVICI DEL MEDITERRANEO

ALBANIA Un rilevante esempio di azione del Difensore Civico Nazionale albanese è rappresentato dal discorso che il medesimo ha tenuto in occasione della Giornata Internazionale dell’Istruzione, svoltasi nello scorso mese di gennaio 2024. Il Difensore Civico Nazionale...

DATI SUL NUMERO DI MINORI DI 14 ANNI CHE COMMETTONO REATI MANCANTI

DATI SUL NUMERO DI MINORI DI 14 ANNI CHE COMMETTONO REATI MANCANTI

ll Difensore Civico della Comunità Valenciana, Ángel Luna, afferma che l'assistenza socio-educativa dei minori di 14 anni che commettono azioni criminali viene trascurata . È così che il Difensore Civico conclude l'indagine d'ufficio, sottolineando che la prevenzione...

DIFESA CIVICA E COESIONE

DIFESA CIVICA E COESIONE

La Difesa Civica si è andata consolidando, nonostante ad essa non sia stato riconosciuto ancora in Italia il rango costituzionale, come un ‘’potere terzo’’ per la Cittadinanza protagonista  nell’ambito delle istituzioni.  Come tale svolge una sua specifica funzione di...