i LA DIFESA CIVICA A FIANCO DEI MALATI PSICHICI
malati psichici

Mar 20, 2023 | News | 0 commenti

Nel mese di novembre l’Avvocato Giuseppe Fortunato, avendo rilevato l’indebito affidamento dei malati psichici e dopo avere sollecitato,  aveva ricevuto come risposta: che “è prassi consolidata soddisfare il fabbisogno assistenziale di riabilitazione per disabili, non coperto dalle strutture accreditate e accreditabili, attraverso l’affidamento in gestione di tali servizi a società aggiudicatarie di appalti pubblici messi in gara dalle varie Asl”.

    “Tali prestazioni non sono accessorie ma principali e pertanto palesemente non esternalizzabili come ha anche evidenziato  il Consiglio di Stato, Sezione Terza 1252 del 2021” – aveva replicato Giuseppe Fortunato – accreditamenti e autorizzazioni sono gli unici strumenti “per le imprescindibili garanzie di affidabilità, idoneità, sicurezza e appropriatezza”, precisando quindi che “l’affidamento di servizi sanitari con gare e appalti è diventata ormai una formula strutturale ma non legata a una imprevedibile emergenza”.

    “Il Difensore Civico non ha chiesto di limitare l’assistenza ma di erogarla in forme lecite, idonee e affidabili a censura del modello adottato dalla Asl Napoli 2 a quanto ci risulta in maniera sistematica e oltre le contingenti emergenze”.

Da segnalare, sulla vicenda,  l’intervento di Cittadinanzattiva che ha evidenziato la lesione di diritti fondamentali dei Cittadini e dell’Aspat   che ha rilevato: “aver annoverato a giugno del 2022 strutture non accreditate e non autorizzate quali presidi sanitari pubblici non può essere accettato”.

 Il Difensore Civico ha invitato a “provvedere tempestivamente per sanare questa anomalia riaffidando a strutture accreditate e autorizzate l’assistenza per i pazienti disabili psichici in regime residenziale e semiresidenziale”. I 60 giorni dati come limite per trovare una soluzione si sono esauriti l’11 marzo.

Attualmente, l’Asl Napoli 2 Nord assiste in regime di residenzialità circa 60 pazienti tramite il sistema delle esternalizzazioni illegali. Le strutture interessate sono ubicate nei Comuni di Arzano (40 posti letto), Barano d’Ischia 10 posti letto) e Mugnano di Napoli (10 posti letto). I pazienti hanno disturbi schizofrenici, disturbi dello spettro psicotico, sindromi affettive gravi, disturbi della personalità con gravi compromissioni del funzionamento personale e sociale.

L’ASPAT ha evidenziato che la soluzione da percorrere deve necessariamente ritrovarsi nella sostituzione nell’aggiornamento delle prassi attualmente utilizzate attraverso la implementazione di una reale ed effettiva offerta autenticamente pubblica e privata e istituzionalmente accreditata sulla base di una ricognizione accurata dell’offerta effettivamente abilitata e l’aggiornamento del fabbisogno da soddisfare.

Nel frattempo l’invito del Difensore Civico è all’esame della Procura della Repubblica e della Procura presso la Corte dei Conti.

Giuseppe Corbisiero

Articoli correlati

DATI SUL NUMERO DI MINORI DI 14 ANNI CHE COMMETTONO REATI MANCANTI

DATI SUL NUMERO DI MINORI DI 14 ANNI CHE COMMETTONO REATI MANCANTI

ll Difensore Civico della Comunità Valenciana, Ángel Luna, afferma che l'assistenza socio-educativa dei minori di 14 anni che commettono azioni criminali viene trascurata . È così che il Difensore Civico conclude l'indagine d'ufficio, sottolineando che la prevenzione...

DIFESA CIVICA E COESIONE

DIFESA CIVICA E COESIONE

La Difesa Civica si è andata consolidando, nonostante ad essa non sia stato riconosciuto ancora in Italia il rango costituzionale, come un ‘’potere terzo’’ per la Cittadinanza protagonista  nell’ambito delle istituzioni.  Come tale svolge una sua specifica funzione di...