giovedì 6 Ottobre 2022

Difesa Civica contro l’odio etnico e l’antisemitismo in Germania.

martedì 13 Febbraio 2018 07:45
News

I recenti fatti di Macerata, dove uno squilibrato ha fatto fuoco per strada con una pistola su degli immigrati ferendone sei, denotano una preoccupante crescita del fenomeno del razzismo e dell’intolleranza in Italia.

Nella casa dell’autore della tentata strage, sono state rinvenute una copia del Mein Kampf, una bandiera con la croce celtica e altre pubblicazioni legate all’estrema destra.
Mentre in Italia non vengono adottate misure concretamente convincenti, in Germania invece, a seguito di ripetuti atti di intolleranza verso gli ebrei, la maggioranza del Bundestag vuole nominare un Ombudsman per meglio monitorare e contrastare il crescente antisemitismo. E’ un segnale ritenuto corretto e opportuno non solo dai parlamentari ma anche dalla gran parte dei cittadini tedeschi.
L’antisemitismo come il razzismo ha diverse facce e la sua origine risale ai tempi antichi, con un’ascesa apocalittica nel 20° secolo, durante la Seconda Guerra Mondiale e il genocidio degli ebrei per mano dei nazisti. Questo fenomeno è stato sempre presente, anche nel dopoguerra, sia nell’ex Germania dell’Ovest che nell’estinta Germania Est e a nulla sono valse leggi ad hoc e sanzioni per tentare di sradicarlo. L’antisemitismo si manifesta nella critica contro la globalizzazione, la supposta egemonia globale degli Stati Uniti, di Israele e delle comunità ebraiche. La motivazione è sia religiosa che sociale e serve a relativizzare la storia. Nella Germania del 2018 è ancora principalmente un fenomeno proveniente dall’estrema destra. Tuttavia, è anche aumentato con la crescente immigrazione di persone provenienti dai Paesi Arabi che, come noto, disconoscono il diritto all’esistenza dello Stato israeliano. Recentemente, a Berlino e in altre parti della Germania, sulla scia dell’annuncio di Donald Trump di spostare l’ambasciata degli Stati Uniti a Gerusalemme, sono state date alle fiamme le bandiere con la Stella di David: un atto intollerabile a quasi 73 anni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale. Ma non solo le bandiere bruciano! I membri della Comunità Ebraica in Germania dicono che molte volte non osano più portare apertamente simboli come la stella di David. Ecco il forte segnale che i politici e i partiti conservatori della CDU/CSU, i socialdemocratici SPD, il liberale FDP e Verdi hanno voluto dare con la proposta di nominare un Ombudsman per l’antisemitismo. Egli dovrebbe registrare casi di odio e quindi di razzismo contro la Comunità Ebraica, promuovendo iniziative nelle scuole per insegnare ai giovani la storia più recente e quindi i valori della tolleranza e della civile convivenza e, più in generale, sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema con mirate campagne informative. Un Ombudsman di questa valenza, darebbe un forte segnale che l’evidente crescita dell’antisemitismo negli ultimi anni non è passata inosservata alla politica e alle Istituzioni.

Translate »