DIFENSORE CIVICO DI SLOVENIA

Apr 21, 2023 | Scheda | 0 commenti

La previsione della figura del Difensore Civico Nazionale è contenuta nell’art. 159 della Costituzione della Repubblica di Slovenia del 1991, con lo scopo di proteggere i diritti umani e le libertà fondamentali in relazione agli enti statali, locali e a quelli investiti di pubblica autorità. La legge istitutiva dell’Ombudsman è del 1993.

L’Ombudsman sloveno è eletto dal Parlamento (con maggioranza dei 2/3 dei membri) e nominato dal Presidente della Repubblica; deve agire nel rispetto della Costituzione e degli strumenti internazionali riguardo ai diritti umani. Il suo mandato dura 6 anni e può essere rinnovato una sola volta. La sede è a Lubiana.

L’Ombudsman agisce o su reclamo di qualsiasi cittadino o di propria iniziativa. Può richiedere informazioni all’amministrazione in questione, effettuare ispezioni e ascoltare persone riguardo ai fatti. Le autorità amministrative interessate non possono opporre all’Ombudsman il segreto sulle informazioni o sui dati che egli ha richiesto. L’Ombudsman, una volta acquisito il materiale richiesto, è tenuto al rispetto del segreto. Egli può indirizzare raccomandazioni, formulare opinioni e critiche nei confronti degli enti interessati ed essi devono rispondere entro il termine da lui specificato. Se l’amministrazione non si adegua alle raccomandazioni proposte dall’Ombudsman, egli può informare l’organo sovraordinato o il ministro competente o sottoporre al Parlamento un rapporto speciale o pubblicizzare i fatti accaduti.

L’Ombudsman può proporre l’avvio di un procedimento disciplinare nei confronti dei funzionari responsabili del caso di cattiva amministrazione. I procedimenti davanti all’Ombudsman sono confidenziali, informali e gratuiti. L’attività del Difensore Civico sloveno è riassunta in un rapporto generale annuale ed eventualmente in rapporti speciali presentati al Parlamento.

I casi esclusi dalla competenza dell’Ombudsman sono i seguenti: casi di competenza dell’Autorità giudiziaria, a meno che non ci siano ritardi ingiustificati o evidenti abusi di potere; casi che rientrano nella competenza di una commissione di indagine del Parlamento riguardo a pubblici ufficiali; casi per i quali non sono stati esperiti tutti i rimedi legali disponibili, tranne se l’Ufficio giudica che sarebbe inutile per il ricorrente continuare con quel rimedio o che il ricorrente patirebbe un danno irreparabile nel frattempo. Il caso, tranne eccezioni, non deve risalire a oltre un anno dal momento del ricorso presentato all’Ombudsman.
Il Difensore Civico sloveno può anche affrontare temi generali rilevanti per la protezione dei diritti umani e delle libertà fondamentali e per la tutela legale dei cittadini. L’Ombudsman può indirizzare al Parlamento proposte di riforma delle leggi esistenti e può fornire suggerimenti all’amministrazione per migliorare il servizio.

Il Difensore Civico sloveno Peter Svetina ha affrontato con determinazione il deterioramento della libertà di stampa, anche perché la Slovenia si trova al 54esimo posto con la posizione più bassa da quando l’Indice mondiale è stato compilato e avendo un calo annuale di diciotto posizioni.

Il Difensore Civico sloveno ha chiesto un quadro giuridico chiaro e adeguato, la trasparenza delle proprietà dei mezzi di stampa, l’indipendenza del servizio pubblico  e il divieto dei “discorsi di odio” nei media.

Varuh človekovih pravic RS
Dunajska 56
SI-1109 Ljubljana
Tel. : +386 1 475 00 50
Fax: +386 1 475 00 40
http://www.varuh-rs.si

 

Articoli correlati

LE NOVITA’ DAI DIFENSORI CIVICI DEL MEDITERRANEO

LE NOVITA’ DAI DIFENSORI CIVICI DEL MEDITERRANEO

ALBANIA Un rilevante esempio di azione del Difensore Civico Nazionale albanese è rappresentato dal discorso che il medesimo ha tenuto in occasione della Giornata Internazionale dell’Istruzione, svoltasi nello scorso mese di gennaio 2024. Il Difensore Civico Nazionale...

DATI SUL NUMERO DI MINORI DI 14 ANNI CHE COMMETTONO REATI MANCANTI

DATI SUL NUMERO DI MINORI DI 14 ANNI CHE COMMETTONO REATI MANCANTI

ll Difensore Civico della Comunità Valenciana, Ángel Luna, afferma che l'assistenza socio-educativa dei minori di 14 anni che commettono azioni criminali viene trascurata . È così che il Difensore Civico conclude l'indagine d'ufficio, sottolineando che la prevenzione...

DIFESA CIVICA E COESIONE

DIFESA CIVICA E COESIONE

La Difesa Civica si è andata consolidando, nonostante ad essa non sia stato riconosciuto ancora in Italia il rango costituzionale, come un ‘’potere terzo’’ per la Cittadinanza protagonista  nell’ambito delle istituzioni.  Come tale svolge una sua specifica funzione di...